About Me

Thomas Paoletti, classe '67.

Nato a Roma, sposato con 3 figli, vivo a Dubai dal 2008.
Sono Avvocato di 3° generazione, con specializzazione in Diritto Societario e Commerciale. Mi occupo in special modo di Joint Venture tra/per l’Italia, gli Emirati Arabi Uniti e la Cina.

Sono Presidente dell’Italian Business Council di Dubai ed Emirati del Nord, ove si collocano più di 600 attività italiane, sia tra Imprese che Professionisti.

Le mie qualifiche sono accreditate presso l’Ambasciata italiana ad Abu Dhabi, il Consolato Generale d’Italia a Dubai, come pure, sono accreditato presso le Autorità emiratine.

Adoro la mia famiglia e vi dedico quanto più tempo possibile.
Amo: i viaggi, il mare (sono un sub), l’arte, il teatro e, come tutti gli italiani, il buon cibo. Apprezzo tutte le persone, di qualunque razza o ceto esse siano, e sono particolarmente attratto dalla cultura orientale.

Mi definisco un ‘pragmatico ottimista’. Mi piace l’empatia e mi sforzo di mantenere un profilo basso. Mal sopporto la saccenza, la negatività e la polemica sterile. Mi circondo, per quanto possibile, di persone ottimiste e propositive. Non pongo mai limiti all’apprendimento.
Penso che la vita sia un meraviglioso percorso fatto di esperienze che non troveranno mai un traguardo.

DSC01681

La Mia Storia

1947
L'inizio

Lo Studio Legale Paoletti nacque nel 1947. Fu fondato da mio nonno Carlo, tramandato poi a mio padre Fabrizio, ed infine – a seguito della sua scomparsa avvenuta quest’anno – ereditato da me. Vi entrai subito dopo gli studi, ma ne divenni Socio nel 1997, solo dopo aver fatto molta ‘gavetta’.

2000
Osservo l'orizzonte

Arrivano gli anni 2000. Cominciai ad intuire che la globalizzazione avrebbe cambiato – in un modo o nell’altro – il panorama mondiale. Cammin facendo compresi che l’Italia non sarebbe saltata su questo carro, o almeno non immediatamente. Il mercato italiano, tipicamente solista e individualista, mi stava sempre più ‘stretto’. Sentivo la necessità di allargare gli orizzonti, coltivare partnership solide, soprattutto estere, convergere interessi, ampliare le expertise, insomma, crescere. A papà l’idea piaceva ma aveva una certa età, ed un ‘sistema’ ormai molto impostato. Come biasimarlo?

Prima volta a Dubai

Ci capito’ un Cliente che aveva necessità d’assistenza su Dubai, motivo tramite il quale cominciai a ‘frequentare’ il Paese. Missione dopo missione, quindi scatta la scintilla: ora o mai più mi dissi, devo uscire dalla’Italia. Dove? A Dubai ovvio!

D’altra parte, in quei tempi andava già molto di moda Doha, in Qatar, ma nel corso di quegli anni avevo già maturato un po’ di esperienza su Dubai. Volevo essere partecipe di qualcosa di più 'recente', inserirmi in una realtà ancora nuova, tra gli italiani almeno. E così fu. In principio alternavo mediamente 2 settimane a Dubai e 2 settimane a Roma, dove mi attendeva (la prima) moglie e mia figlia. Un matrimonio che qualche anno dopo finì: mia moglie non intendeva trasferirsi definitivamente a Dubai.

2008. Annus horribilis

Corre l’anno 2008. Pochi mesi dopo essermi stabilito arrivato scoppio’ la catastrofe immobiliare e la crisi mondiale. Però non mollai perché – seppur facendo enormi sacrifici – sentii che c’erano le basi per poter sviluppare qualche interesse. Quindi testa bassa e tirare. Ricordo che feci un accordo con uno Studio Legale locale in cui 'suddividevo' il 50% di quello che portavo in ufficio. In seguito, proprio dal settore più colpito, quello immobiliare, mi arrivò un’opportunità inaspettata. Diventai consulente legale per un promotore immobiliare italiano che mi fruttò una buona parcella. Niente male, considerato tutto.

2014
Si riparte

Il tempo passa, e pian piano si esce dall’emergenza immobiliare (se così vogliamo chiamarla). Le cose riprendono, ed arriva il momento giusto di lasciare la mia ‘protect zone’ per riprendere il cammino del progresso. 

Giungo all’anno 2014. Sento che il momento di mettere a frutto tutte le esperienze accumulate è arrivato. Faccio il salto: apro uno Studio tutto mio. Inizialmente aprii la licenza a Ras Al Khaimah, una località vicina a Dubai. Mi permise di crescere senza caricarmi di troppi investimenti. In seguito la chiusi e la riaprii a Dubai (dove tuttora abito), ed ora anche Abu Dhabi, sedi che gestisco insieme ai miei preziosi collaboratori. La sede di Roma rimane vacante a motivo della recente scomparsa di mio padre. Mi son preso del tempo per valutare il da farsi. 

2015
Un'importante tappa della mia vita!

Nel frattempo, mentre corre l’anno 2015, conosco la mia attuale moglie, Yueyao, ed ora siamo una famiglia felice con due bambini piccoli Niccolò, tre anni, e Carlo, un anno, più Giulia, che nel frattempo di anni ne ha fatti venti e studia economia. L’eredità del mio nome e dei miei valori, non solo lavorativi, ora sono al sicuro.

Nel 2016 entro a far parte di IR Global, un network di servizi professionali multidisciplinari che fornisce consulenza legale, contabile e finanziaria ad aziende e privati in tutto il mondo. 155 Paesi, oltre 70 specializzazioni e più di 1000 Associati di cui anch’io faccio orgogliosamente parte.

La 'svolta' professionale

2017/2018: mi si apre un’altro ‘mondo’. Partecipo ad un coaching della durata di un anno con Asentiv (www.asentiv.com). Un Programma che mi ha arricchito molto. Perfeziono la mia conoscenza sulle Fondazioni, le Partnership, il perché svolgo la professione. Apprendo il vero significato dell’espressione 'missione/visione' imprenditoriale. Non solo. Grazie a questo Programma comprendo il profondo valore dell’espressione ‘team building’. La relazione intrinseca che c’è tra: il coltivare e preservare la serenità nell’ambiente di lavoro – circondandosi di colleghi e collaboratori propositivi, resilienti – e le performance lavorative.
Non mi fermo qui. Frequento altri webinar. Uno dei più significativi e quello di uno Studio Legale del Regno Unito, nel corso del quale il membro fondatore spiegava un concetto molto simile a ciò che per anni mi girava per la testa, senza però mai a riuscire a focalizzare il tassello mancante, ovverosia il contributo che il marketing relazionale, ed il marketing legale, può dare alla nostra professione. Era dagli anni 2000 che me lo dicevo ma si sà: nei nostri ambienti, il marketing, è sempre stato un po ‘snobbato’. Niente di più sbagliato. Il mercato ora mi da ragione.

2019
Emirati Arabi - Italia - Cina

E' dal 2015 che 'frequento' regolarmente la Cina. Grazie a mia moglie Yueyao ne comprendo meglio la cultura. 'Inevitabilmente' ciò si riflette anche sulla mia professione. Frequento Expo, meeting tematici, allaccio relazioni, etc. In aggiunta, diventare membro di IR Global nel 2016 facilita le cose anche in questo ambito. Comprendo che la 'triangolazione' Italia - Medioriente - Cina potrebbe essere vantaggiosa. Ed è così, tant'è che questi nuovi interessi portano quasi naturalmente a considerare un ampliamento delle mie attività. E' il 2019 quando decido di aprire una business unit a Shanghai, a mio parere la migliore location 'occidentale'. Poi arriva l'anno del Covid, il 2020. L'impossibilità di viaggiare rallenta - ma non ferma - le attività. L'occasione è utile per riflettere e predisporre un successivo piano di rilancio che si spera si possa attuare il prima possibile. 

Faccio il 'punto nave'

Mi volto e osservo il mio percorso di vita. Ogni tanto è bene fare 'il punto nave', osservando le stelle per mantenere la rotta. Mi rendo conto che il know-how accumulato (e il denaro investito) può dar vita ad un progetto tutto mio. Nei 2 anni successivi metto insieme – come in un puzzle – tutti i tasselli necessari per farlo.

2020
Nasce 'Paoletti Law Accelerator'

Ed eccoci al 2020. Nasce quindi il mio Programma: Paoletti Law Accelerator. Spiegherò poi perché questa denominazione. Certo, il Covid19 rallenta, preoccupa, muta profondamente il mercato. Ad esempio, espressioni come smart working, webinar, diventano improvvisamente diffuse e ‘centralistiche’, ma in realta’ non fa altro che rendere piu’ consapevole quella che nel lavoro quotidiano era diventata una esigenza. Ecco, forse questo è il momento maturo per dimostrare definitivamente, anche ai più ‘tradizionalisti’, o ‘riluttanti’, che è arrivato il momento di fare una scelta: usare questa circostanza per capire e cambiare, o subirla per vagare fin dove non si sa. 

Ricevi senza impegno maggiori informazioni

Paoletti Law Accelerator

La successiva Selezione si suddivide in 2 Step. Ottieni il responso in 1 settimana.

Avvertenze
La partecipazione al Programma prevede una candidatura, il successivo inserimento, ed una periodica valutazione dell’operato.
 

L’adesione al Programma è soggetta alla sottoscrizione di un’Accordo – di efficacia internazionale – che prevede l’accettazione di termini e condizioni relativi la durata, l’utilizzo di contenuti e strumenti, anche digitali, l’usufrutto di reti di relazioni, oltre che dell’usuale deontologia professionale.